****

Via de’ Serragli Firenze, una strada tutta da scoprire

via dei serragli ()
from/per person  200,00
  • Metà giornata
  • Oltrarno

Duccio Banchi

Duccio Banchi

Duccio Banchi

Naa Studio - Negar Azhar Azari

Anello Pescatore Naa Studio

Anna Fucà

Anna Fucà

Anna Fucà

Le Arti Orafe

Le Arti Orafe

Le Arti Orafe

Le Arti Orafe

Le Arti Orafe

Via dei Serragli

Le Arti Orafe

Naa Studio

Naa Studio

Naa Studio

Naa Studio

Naa Studio

Naa Studio

Naa Studio


Descrizione

Via de’ Serragli a Firenze è una strada ricca di fascino, arte e curiosità. Oltre a essere uno dei più importanti collegamenti tra il centro storico e Porta Romana, zona al confine delle vecchie mura, è stata teatro di grandi cambiamenti. Tutta l’area fu profondamente ristrutturata con nuovi palazzi nel Cinque e Seicento; infatti, in seguito allo spostamento della corte granducale a Palazzo Pitti, tutte le famiglie più in vista della città fecero a gara per aggiudicarsi i terreni migliori, al fine di costruire meravigliose dimore in prossimità della residenza dei Granduchi, azione simbolica di potere e prestigio sociale.

In questo itinerario la percorreremo quasi tutta e potremo così ammirare palazzi rinascimentali, ma anche quelli che un tempo furono i conventi e gli ospedali. Troveremo nell’attigua via Santa Maria l’ex convento di San Vincenzo di Annalena che dai primi anni dell’800 divenne l’odierno Teatro Goldoni. Poco più avanti il Cinema Goldoni che, persa la sua funzione, negli anni ’60 del Novecento ospitò la Bottega teatrale di Firenze diretta da Vittorio Gassman.

Splendidi palazzi barocchi si susseguiranno durante tutto il percorso: Palazzo Rinuccini, Antinori, Ricasoli, con le visibili arcate dei portali di ingresso, larghe e ribassate, per l’accesso delle carrozze. Infine troveremo Villa e Giardino Torrigiani, una delle più grandi aree verdi di Firenze, quasi dieci ettari di parco, custodito come un gioiello prezioso. Il giardino, che circonda la bellissima dimora del XVI secolo, è la più grande tra le aree verdi presenti dentro le mura cittadine, espressione della complessa simbologia massonica, con grotte, torri, sculture e percorsi iniziatici, rappresenta un’altissima espressione dello stile romantico di inizio Ottocento.

  • BronzistaDuccio Banchi

    La bottega artigiana di Duccio Banchi è una istituzione in Oltrarno. Praticamente da sempre, in questo luogo si tramanda l’antica arte della lavorazione del bronzo, da padre in figlio, da maestro ad allievo.
    Duccio ci conduce alla scoperta della straordinaria duttilità di questo materiale e attraverso le sue parole scopriremo anche la passione con la quale forgia ogni oggetto. Dovremo solo stare attenti a non perderci tra le forme, gli stili e le storie di questa singolarissima bottega artigiana.

  • AtelierAnna Fucà

    Proprio nella strada dell’Oltrarno dove dal 2009 una targa ricorda la Prima Sfilata di Alta Moda Italiana, organizzata da Giovanni Battista Giorgini il 12 febbraio 1951 a Villa Torrigiani, si trova l’Atelier della giovane sarta Anna Fucà. Un’elegante bottega artigiana, dove vengono realizzati magnifici abiti da sposa. Anna è l’orgogliosa erede della tradizione di famiglia e degna interprete della grande storia della sartoria artigianale fiorentina. Un mondo fatto di pizzi, tulle e merletti che diventano l’abito perfetto per il giorno più bello di ogni donna.

  • Orafa, incisore e designerNAA Studio di Negar Azhar Azari

     

    Una giovane artigiana, che ha scelto l’autentica vivacità dell’oltrarno per il suo Studio. Più di una Bottega e più di un laboratorio: NAA Studio è un spazio sperimentale e innovativo con salde radici nella tradizione orafa fiorentina. La stessa definizione possono avere i gioielli di Negar, i quali molte volte superano i confini tradizionali del prezioso per trovare materiali e forme contemporanei.
    Negar ci racconterà il suo sogno divenuto realtà e ci mostrerà come le antiche e tradizionali tecniche orafe, come l’incisione a bulino, incontrano il design.

  • Scuola Le Arti Orafe

    Fondata nel 1985 da Giò Carbone,”Le Arti Orafe” è stata la prima scuola italiana dedicata allo studio della gioielleria contemporanea. Visitare questa scuola ci porterà a scoprire i confini che l’arte dell’oreficeria sta attraversando in questo momento. Avremo modo di apprezzare come le antiche tecniche tradizionali, quali l’incisione a bulino o il traforo, oggi si trasmettono e si tramandano per essere reinterpretate in gioielli contemporanei o addirittura avanguardistici. In fondo l’unico modo per continuare una tradizione è insegnarla e trasformarla!


Note

Qualora una tra le botteghe artigianali indicate nell'itinerario non fosse al momento disponibile, la vostra guida provvederà a riorganizzare il tour proponendo un'altra bottega di interesse.

Il tour non obbliga all'acquisto di alcun prodotto presso le botteghe artigiane. Vi ricordiamo però che comprare prodotti di vero artigianato fiorentino aiuta a conservare e a promuovere la tradizione e il made in Italy, a migliorare l'offerta delle imprese e a combattere la concorrenza sleale.

OmA ha realizzato il progetto a titolo gratuito con l'obiettivo di valorizzare i mestieri d'arte e le botteghe artigiane.